Link pagina Facebook Albaronervi Waterpolo  Link Facebook Albaronervi Volley

A volte si vivono giornate particolari. Tuttavia quando sport, condivisione e inclusione convergono, la giornata diventa anche speciale, perché ricca di spunti atti a svilupparne il concetto di etica e cultura, non soltanto sportiva.
Domenica scorsa, presso la palestra dell’Istituto Nautico di calata Darsena a Genova, ha avuto luogo la I giornata Special Volley, circuito Special Olympics, organizzata dalla società sportiva Albaro Volley del Presidente Cesare Vio, dedicata alla pallavolo unificata. Ovvero atleti con disabilità intellettiva e atleti normodotati uniti nella medesima squadra per giocare a pallavolo.

Quattro le formazioni partecipanti, Don Bosco La Spezia, Adso Savona (seguita da Serena Taccetti, responsabile nazionale pallavolo Special Olympics ), Albaro Volley Genova/Divertime Rossa e Albaro Volley Genova/Divertime Blu, che si sono date battaglia per l’intera giornata. Sposando il progetto di pallavolo unificata Special Olympics, Albaro Volley, tramite la propria allenatrice Franca Schenone, coadiuvata da Luca
Barbieri, sostenuti dal responsabile del settore giovanile Prof. Maurizio Rossi, ha voluto svilupparne ulteriormente le finalità inclusive, coinvolgendo le proprie atlete u16 della squadra Albaro Levante, quali partner degli atleti con disabilità. Ciò al fine di sviluppare ulteriori aspetti valoriali: migliorare la consapevolezza di sé, la propria autostima, la conseguente capacità di ascoltare l’altro nei suoi bisogni, la collaborazione e la condivisione, per un’età così delicata come l’adolescenza.

Grazie al supporto di Ristorante La Mandragola, Tonno Maruzzella, Visual’ Think studio grafico, Il Baretto/Gelato Italia, della Fipav regionale con la conduzione arbitrale ufficiale e allo spirito partecipativo di genitori e amici di tutti gli atleti, si è dato vita a una divertente competizione non solo di livello tecnico, bensì soprattutto ricca di senso e
significati. Ovvero, un’inclusione fattiva è davvero realizzabile se le forze in gioco, in campo e fuori, condividono la convinzione che la differenza completi e non divida, che le caratteristiche di ognuno se stimolate, o come in questo caso allenate, adeguatamente possono svilupparsi e divenire utile strumento per ogni tipo di collaborazione. La squadra di La Spezia ha primeggiato su tutte le formazioni, diventando la prima detentrice del trofeo che verrà riproposto nella prossima stagione, auspicando di raccogliere nuovi atleti e supporter che diano ulteriore impulso alla diffusione degli sport unificati.

Perché una società migliore è possibile, se a chiunque viene permesso di farne parte, sia sotto rete che fuori. Per avere più giornate speciali per tutti.

 


Condividi questo articolo:

Facebook Albaronervi Volley button

Albaronervi Volley Twitter profile

Link YouTube Albaronervi volley

A.S.D. Albaronervi: scuola di pallavolo a Genova.

Contattaci